• L’iPhone 5C piace più alle donne!

    Oramai con l’avvento di Facebook è possibile effettuare ottime indagini statistiche e da ciò sono emersi dati circa la soddisfazione per l’ iPhone 5c.
    Continue Reading

  • Sempre più donne soffrono di dipendenza da smartphone

    Da 5 o più anni ormai, la tecnologia e le case produttrici si sono evoluti facendo passi da gigante, tanto che ora avere almeno uno di questi nuovi prodotti è “d’obbligo”.

    Infatti, se notate bene, tutti possiedono uno smartphone o un tablet, sia uomini che donne.

    Proprio quest’ultime, secondo un’indagine condotta dal sito alfemminile, sono dipendenti di queste nuove tecnologie, tanto da ottenere questo risultato: 4 donne su 5 soffrono di “dipendenza da smartphone”.

     

    Parlando in percentuali, ben il 73% delle donne italiane possiede uno smartphone, il 13% ne possiede più di uno e il 35% possiede sia smartphone che tablet. Inoltre l’83% di loro ha dichiarato di essere dipendenti dallo smartphone e che per loro è anche un modo per “cacciare” lo stress.

    Se poi andiamo ad analizzare anche l’Europa ci accorgiamo che il 14% delle donne non riesce a staccarsi dal proprio smartphone per più di un’ora, il 18% lo controlla circa ogni 30 minuti e il 5% lo controlla ogni 5 minuti.

    Per molti usare lo smartphone è un passatempo nei momenti di noia o un “anti-stress”, ma per altri è davvero un vizio! Infatti poco più della metà delle donne italiane lo usa durante un appuntamento romantico o un incontro di lavoro, mentre, se ci crediate o no, circa il 30% lo usano durante un rapporto amoroso.

     

  • Custodia Rabbit - Orecchie Coniglio - Per iPhone 5 Il buongiorno si vede dal mattino: le 10 App che semplificano la vita delle donne.

    Una giornata (quasi) perfetta inizia innanzitutto con un buon risveglio: suoni squillanti e allarmistici sono banditi, è meglio scegliere una sveglia che ci desti in modo graduale, senza interrompere il sonno profondo e causare malumore e/o stress.
    SVEGLIA PIÙ, trasforma il vostro iPhone in un orologio da comodino che vi permetterà di svegliarvi dolcemente la mattina.

    Un po’ di buona musica può aiutare a concentrarci e a darci la giusta carica per la giornata. Avere un’ampia scelta di musica a disposizione su un unico dispositivo non è semplice, la radio è un rifugio sicuro, ma ci sono giorni in cui non abbiamo voglia di ascoltare i conduttori e abbiamo solo bisogno di buona musica.
    You tube ti permette di guardare i video di tutto il mondo e con l’app Youtube ufficiale per iOS puoi accedere al tuo account per vedere le tue playlist, i video caricati, i canali a cui sei iscritto e condividere la tua musica sui social.

    Per essere sempre perfette in qualsiasi occasione possiamo consultare POLYVORE e organizzare un outfit adatto alla giornata che andremo ad intraprendere.
    Polyvore ci permette di creare, condividere, scoprire gli ultimi trend lanciati dagli stilisti ed essere sempre alla moda.
    Possiamo condividere il nostro stile istantaneamente condividendolo con altre fashion victim.

    Abbina un make up impeccabile al tuo outfit consultando PRETTY MAKE UP, l’applicazione perfetta per le amanti del make up e della moda.

    Per organizzare in modo meticoloso la tua giornata serviti di SHOPPINGLIST.
    E’ un app che consente di avere un agenda precisa e dettagliata di tutti gli impegni giornalieri.
    Potete consultarla anche per organizzare la spesa e lo shopping.

    Dopo una mattinata stressante di lavoro, se non avete avuto tempo di pensare ad un ristorante per la pausa pranzo, potete consultare
    BUONI PASTO DAY, l’applicazione per iPhone studiata da DAY Ristoservice per permetterti di soddisfare la tua voglia di pausa in qualsiasi momento trovando il locale più adatto ai tuoi desideri tra gli oltre 100,000 locali convenzionati presenti in tutta Italia.

    Prima di concedervi una serata all’insegna di film o eventi modani, un po’ di allenamento non fa mai male.
    Basta portare il telefono in tasca o in borsa e l’app MOVES ti dirà quanto ti muovi.

    Siete sfiancati dalla giornata appena passata? Avete bisogno di un comodo divano con un film o un cinema?
    LA GUIDA TV, ti offre il palinsesto completo di oltre 100 canali Italiani, inclusi i canali Rai, Mediaset, Mediaset Premium, Sky, La7 e RSI.
    COOMING SOON MOBILE è l’applicazione per sapere tutto sui cinema e sui film in programmazione direttamente dallo schermo del tuo iPhone.

    Ma se non riuscite a rinunciare comunque alla mondanità l’app perfetta per voi è ITALIA IN FESTA, che consente di trovare le sagre, feste popolari, rievocazioni, o più in generale eventi folcloristici, che si stanno svolgendo in Italia, dando la possibilità di individuare i più vicini.

    Buona giornata a tutte!

  • TOP & FLOP

    Questo articolo è scritto con lo scopo di riassumere un po’ tutto quello che è successo in settimana con lo scopo di mettere in evidenza il “TOP”, il “FIASCO”, le curiosità più ” CURIOSE”, notizie “CHE CI FANNO RIDERE” , il ”GIOCO DELLA SETTIMANA”“A ME MI PIACE”. Con le classifiche top e flop ho deciso di iniziare dall’ultima posizione in modo da lasciare il “dulcis in fundo”

    3)Apple “troppo buona”: dopo il terremoto avvenuto in Cina, in cui hanno perso la vita molte persone, Apple si è subita attivata donando 50 milioni di yuan, pari a 6,2 milioni di euro, e ha attivato su iTunes un’ iniziativa per raccogliere donazione da parte degli utenti. L’unica cosa che mi ha infastidito è il fatto che quando ci fu il terremoto all’Aquila, Apple non ha donato nemmeno un euro forse perché la Cina è diventato un mercato troppo importante per Cupertino.

    2)200.000 unità di Xaomi M2S vendute in 45 secondi: verrebbe da gridare “Miracolo” vedendo ciò che è successo a Xaomi che ha lanciato il suo primo smartphone che gira su chipset Snapdragon S4 Pro, vendendo 200.000 unità in 45 secondi. L’azienda sostiene che il suo smartphone sia più veloce del Samsung Galaxy S4 e il prezzo si aggira intorno ai 190 euro

    1) 10 anni di iTunes: era il 28 Aprile 2003 quando è nato l’iTunes Music Store, tempi in cui il settore della musica era stato lacerato e corrotto da Napster e tempi in cui molti “ignoravano” l’argomento “distribuzione digitale”. Da allora, di acqua sotto i ponti ne è passata. L’iTunes che oggi tutti noi conosciamo può essere definito come un negozio online “sconfinato” dove è possibile acquistare musica, video, film, e-book, applicazioni e molto altro, creando un’ ecosistema con tutti i dispositivi iOS. Quindi non ci resta che dire “BUON COMPLEANNO iTUNES”.

    3)Apple pagherà 90800 euro a tre editori cinesi: in Cina tre editori cinesi hanno venduto dei contenuti rubati nei negozi virtuali di Apple. La corte di Beijing, però, ha sentenziato che sarà Apple ad essere punita perché doveva prestare più attenzione e di conseguenza evitare che accadano fenomeni del genere. La pena pecuniaria che la Mela dovrà pagare a tre editori cinesi è di 90800 euro.

    2)Tim Cook non è il timoniere adatto: in queste ultime settimane sul CEO di Apple si sono abbattute le preoccupazioni e la rabbia degli investitori, che hanno visto il titolo in borsa perennemente in calo. La posizione di Tim Cook, quindi, è “sul filo del rasoio”. Sicuramente Cook non è stato all’altezza delle aspettative, non ha “innovato” l’azienda, non ha lanciato sul mercato prodotti rivoluzionari sul mercato e ha fatto perdere agli investitori troppi soldi. Per maggiori informazioni a riguardo:http://www.clipperstore.it/blog/tim-cook-e-in-bilico/

    1)L’era dell’iPod è terminata: sembra essere giunta al termine l’era del lettore musicale digitale che ha cambiato il modo di concepire la musica. L’iPod non viene più pubblicizzato, non appare in televisione e nemmeno nella prima pagina dell’App Store, un campanello d’allarme inequivocabile. Sarà difficile assistere ad un’innovazione di questo dispositivo, infatti a mio avviso molto presto vedremo una frase di questo genere: R.I.P iPod. Per approfondire quanto detto:http://www.clipperstore.it/blog/r-i-p-ipod/.

     A ME MI PIACE

    Il “mi piace” di questa settimana va a un’applicazione creata da Kulta, un’azienda italiana, con il patrocinio del comune di Firenze, Siamo sicure. L’applicazione ha come unico obiettivo quello di proteggere le donne in tempi in cui le notizie riguardanti stupri e violenze non fanno più scalpore, perché oramai le nostre orecchie si sono abituate a sentire questi scempi. Basta accendere la televisione o una radio, basta comprare un giornale basta quasi “farsi un giro per strada” per guardare donne martoriate e piene di lividi oppure donne che non presentano alcuna ferita o graffio, ma che camminano con lo sguardo basso, provando quasi vergogna. Sicuramente una bella iniziativa per affrontare questo problema, troppo spesso ignorato, che si sta diffondendo a macchia d’olio. Per leggere le funzionalità dell’applicazione:http://www.clipperstore.it/blog/siamo-sicure-lapp-per-la-sicurezza-delle-donne/

     Curiosità

    Tra le notizie che mi hanno incuriosito durante questa settimana ci sono sicuramente:

    • Terzo Apple Store a Roma: è fatta!. Sembra proprio che nella nostra capitale presto aprirà un terzo App Store, precisamente all’interno del centro commerciale Euroma 2. A confermare ciò sono l’apparizione delle classiche bende nere a coprire le vetrine e contemporaneamente una nuova location “Roma” appariva nelle domande di assunzione pubblicate da Apple. Bisognerà attendere solo l’inaugurazione di quello che potrà diventare il più grande App Store d’Italia.
    • The Siva Cycle Atom: rappresenta un accessorio che farà felice molti appassionati di ciclismo e non solo, l’importante sarà pedalare. The Siva Cycle Atom è un dispositivo dal funzionamento innovativo dato che trasforma l’energia prodotta dalle pedalate in energia elettrica utilizzabile per qualsiasi dispositivo ricaricabile tramite USB. Sicuramente un progetto molto interessante che vi permetterà di “raccogliere” energia elettrica pedalando, in modo da rendere anche più piacevole l’escursione con la vostra bicicletta.

     

     HUMOR

    Questa settimana vi propongo un video parodia dei Google Glass. Nel video vengono presentati gli aspetti negativi e positivi, i primi maggiormente, del nuovo progetto realizzato dal gigante Mountain Wiew.  Vi posto il link per guardare il video citato poc’anzi:

  • Siamo sicure: l’app per la sicurezza delle donne

    Stupri e maltrattamenti, argomenti sempre presenti su giornali, telegiornali, in radio e al cinema, ma troppo spesso ignorati o presi con leggerezza. Essere donna al giorno d’oggi non è facile, camminare per strada dopo una determinata ora per molte è diventato quasi proibitivo mentre ritrovarsi con il corpo pieno di lividi è sempre più facile. La sicurezza delle donne è un “settore” migliorabile e da migliorare, quasi un miraggio per molte e ancora poco diffuso nel mondo delle applicazioni mobili. Un’azienda italiana, Kulta, a questo proposito, ha creato un’ app ,Siamo Sicure, con il patrocinio del Comune di Firenze, che ha ribadito il suo interesse nei confronti di quest’argomento.

    L’applicazione è disponibile sia per iOS che per Android gratuitamente. Siamo Sicure ha l’intento di trasformare il nostro smartphone in un “amico sempre presente”, in grado di aumentare la sicurezza delle donne in caso di pericolo, grazie a semplici ed intuitive funzioni di self help. All’interno dell’applicazione inoltre è presente una lista di atteggiamenti e comportamenti “utili da tenere”.

    L’app presenta quattro funzionalità principali:

    ALLARME E SUONI: questa funzione serve per abilitare un allarme sonoro da utilizzare in caso di pericolo o emergenza

    CHIAMATA DI EMERGENZA: grazie a questa, è possibile chiamare in modo diretto un numero precedentemente selezionato. Usare la chiamata d’emergenza è molto semplice, infatti basterà premere un pulsante azzurro e immediatamente verrete messi in contatto con la persona che avete selezionato precedentemente

    SMS “DOVE SONO”: una funzione utilissima che vi permetterà di inviare un sms in modo da essere facilmente localizzati. Inoltre oltre ad essere localizzati l’invio delle sms è associato a una richiesta di soccorso

    IL DECALOGO: è costituito da una serie di norme di buon senso, con l’obbiettivo di prevenire comportamenti “animaleschi”, chiedo scusa agli animali che a volte si comportano meglio degli esseri umani, e abitudini da evitare.

    Sicuramente quest’applicazione non eliminerà gli argomenti sopra citati, ma quanto meno proverà ad arginare questo fenomeno in aumento. Una cosa da sottolineare che proporzionalmente all’aumento di questo “barbaro” fenomeno, aumenta anche l’interesse di persone, enti e strutture disposte a tutto pur di mettere una pezza a “QUESTO SCHIFO”.