Lavorare in Apple Store non è bello

Gli Apple Store, i negozi di Apple, sono tra i negozi che hanno il maggior fatturato ma per i dipendenti lavorare in questi negozi a volte è un vero e proprio incubo, infatti, sono molte le denunce e le lamentele di ex dipendenti che hanno deciso di mollare questo tipo di lavoro.

 

Robert Bowdidge, un dipendente Apple, ha raccontato al Business Insider che lavorare in Apple non è bello come può sembrare, infatti, bisogna lavorare fino a tarda notte e molto spesso era costretto a mentire alla moglie su ciò che stava facendo. Inoltre, dalle sue parole emerge che lavorare in Apple è stressante soprattutto quando si lavora ad un nuovo progetto e quindi si è costretti a non parlare con nessuno e addirittura a volte bisogna cercare di dimenticare. Un altro ex impiegato racconta che tutto è deciso dal team marketing e da due critici che lavorano per alcuni giornali dell’East Cost.

Proseguendo con le lamentele, un altro dipendente ha raccontato che molto spesso si trovava a lavorare in edifici bui dotati di soffitti altissimi, privi di un bar e molto spesso ci si trovava a lavorare da soli in un ufficio senza parlare con nessuno anche per più di 24 ore. Inoltre, bisogna essere disponibili 24 ore al giorno, 7 giorni su sette, si lavora tanto e si dorme poco, all’interno di un ambiente dove l’organizzazione è paranoica, la tensione è palpabile e non c’è rispetto.

Infine, arrivano lamentele anche dalla bocca di un dipendente che ha lavorato al lancio dell’Apple iPad il quale ha dichiarato che lui era costretto a lavorare in una stanza priva di finestre, all’interno della quale solo lui e un suo collega potevano entrare, ma cosa più importante è che per un lavoro del genere la paga non è alta perchè c’è molta concorrenza, perchè tutti vogliono lavorare per Apple ma a quanto pare pochi hanno un bel ricordo del lavoro che hanno svolto.