La procura di Milano ha aperto un’inchiesta su Apple Italia per un’evasione di 1 Miliardo di euro

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Dichiarazione dei redditi fraudolenta ad opera di due manager, queste sono le accuse alla base del procedimento penale aperto dalla procura di Milano contro Apple Italia.

Le ipotesi degli inquirenti sono di una sottostima di 206 milioni di euro circa l’imponibile fiscale del 2010 di oltre 853 milioni del 2011, sulla base di una falsa rappresentazione delle scritture contabili. Tutto questo utilizzando il classico metodo delle multinazionali che operano in UE, tra cui anche Google, che sfrutta delle particolari leggi presenti in Irlanda. Grazie a questo schema “legale” si riesce a pagare delle tasse esigue rispetto ai guadagni. Tutto ciò grazie all’intestazione della vendita alla società Apple Sales international con sede proprio in Irlanda e alla dichiarazione che Apple Italia gestisca solo il canale di vendita e l’assistenza sui prodotti.

Tuttavia la procura sembra avere delle valide prove sul fatto che Apple Italia sia il vero fulcro dell’attività commerciale e che non abbia solo un ruolo accessorio. Intanto i due manager, di cui non si conosce l’identità, sono stati interrogati ieri e hanno deciso di farsi difendere dall’ex ministro della Giustizia del Governo Monti: Paola Severino. Inoltre è stata già perquisita la sede di Apple in piazza San Babila a Milano in cui c’è stato un maxi-sequestro di materiale che aiuterà nelle indagini.

Al momento sono questi i dettagli che si conoscono, vi aggiorneremo nel caso di sviluppi.

Via

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *