Category Archives

    GOOGLE

  • All
  • Google Now da oggi anche su iOS

    In molti saprete che con l’uscita di iOS 5 Apple ha introdotto l’assistente vocale, Siri. Inizialmente era solo in lingua inglese, mentre ora, con l’uscita di iOS 6 c’è anche l’italiano.

    Da quel momento sono spuntati assistenti vocali da tutte le parti, tra i più importanti ci sono sicuramente Vlingo, S-voice e infine Google Now, l’ultima idea di Google.

    Quest’ultimo è disponibile solo su dispositivi Android, o almeno lo era prima.

    google now

    Ebbene sì, da oggi è possibile usufruire del servizio di Google anche sugli iDevice di casa Apple!

    Basta scaricare dall’App Store “Ricerca Google” che, con l’aggiornamento di oggi, possiede anche la possibilità di usare Google Now!

    [app url=”284815942″]

    [screens url=”284815942″]

    Con Google Now la ricerca sul web è sicuramente più veloce perchè basta dire ciò che si vuole cercare e lui…puf, lo cerca! Un gioco da ragazzi, mai stato così facile.

     

  • Aprire i file di Microsoft Office su Google Chrome? Ora si può!

    Google ha da poco annunciato, tramite il suo blog Chrome, che da ora in poi gli utenti Mac e Windows potranno usufruire di un servizio che permette di aprire i file di Microsoft Office direttamente all’interno di Chrome.

    Questo servizio prima era solo disponibile per gli utenti Chromebook, mentre ora per averlo basta scaricare l’ultima versione Beta di Google Chrome e un’estensione chiamata Chrome Ufficio Viewer (Beta), scaricabile da QUI.

    Usando questo servizio si risparmia del tempo, ma soprattutto si è al sicuro da viruse e minacce informatiche! Davvero un’ottima pensata da parte di Google.

     

     

     

  • Google prepara il Game Center in stile Apple

    Google, in quest’ultimo periodo, sta lavorando a una miriade di progetti e tra questi potrebbe esserci anche lo sviluppo di una piattaforma per Android interamente dedicata al mondo dei giochi. Molto probabilmente l’idea di Google è quella di creare un Game Center in stile Apple, cioè creare una piattaforma che permetta di giocare online in modalità multiplayer, di chattare con gli avversari e la possibilità di vedere inserito il proprio nickname in una classifica globale.

    Tutto questo non è un semplice rumors, dal momento che alcuni amministratori del sito Android Police hanno trovato le “tracce” di questo progetto analizzando alcuni file inerenti alla realizzazione dei Google Glass, cioè gli occhiali interattivi che dovrebbero essere rilasciati tra pochi mesi.

    Queste sono le parole degli amministratori che hanno trovate le prove di questo progetto: “In una cartella abbiamo trovato le istruzioni per un game center mai visto prima con tutte le caratteristiche che si possono immaginare per un servizio di questo tipo”.

    Non è la prima volta che si sente parlare di una notizia di questo genere, solo che adesso la notizia assume un carattere più veritiero. Quindi il gigante fi Mountain View sembra essere intenzionato a realizzare una piattaforma in grado di permettere il gaming online, cioè sfidare giocatori di ogni parte del mondo, chattare con i propri avversari e stabilire nuovi record in modo da aumentare così la competizione.

  • TOP & FLOP

    Questo articolo è scritto con lo scopo di riassumere un po’ tutto quello che è successo in settimana con lo scopo di mettere in evidenza il “TOP”, il “FIASCO”, le curiosità più ” CURIOSE”, notizie “CHE CI FANNO RIDERE” , il ”GIOCO DELLA SETTIMANA” e “A ME MI PIACE”. Con le classifiche top e flop ho deciso di iniziare dall’ultima posizione in modo da lasciare il “dulcis in fundo”

    3) Il secondo Jobs promette innovazioni: il co-fondatore di Apple, Steve Wozniak, ritenuto uno dei fautori della rivoluzione informatica, ha rassicurato i più scettici che accusavano Apple di essere priva di idee. Woz ha affermato che Apple stia lavorando a qualcosa in grado di stupire e “scioccare” tutti, parole molto fiduciose che nascono dalla consapevolezza dell’enorme potenziale di Apple. Pronunciate così le parole di Wozniak sembrano voler significare tutto e niente, ma Woz ha dato l’impressione di sapere qualcosa in più di noi. Non si sa se sarà una macchina o un orologio a rilanciare l’immagine di Cupertino ma fatto sta che presto rimarremo senza fiato.

    2)Twitter Music: da oggi “l’uccellino blu” oltre a cinguettare sarà in grado anche di cantare. Twitter consentirà ai propri utenti, oltre i 140 caratteri, di usare l’hastag #music per innovare completamente il modo di ascoltare la musica. D’altronde era solo questione di tempo, dato che ogni uccello che si rispetti ha il suo canto.

    1) Apple iRadio è pronta: restiamo nel campo dello streaming musicale perché una notizia, risalente a pochissimi giorni fa, ha confermato che il servizio iRadio creato da Apple vedrà presto la “luce”. Lo streaming musicale è una fonte di guadagno molto redditizia e il colosso di Cupertino non poteva certo rimanere “con le mani in mano”, ed è per questo che ha creato un servizio musicale che si pone a metà strada tra Pandora e Spotify. Ma sappiamo che ad Apple non piace stare tra le prime ma punta sempre a essere “la prima”, e potrebbe imporsi sfruttando il store musicale che conta oltre 400 milioni di canzoni e 25 miliardi di download appena festeggiati.

    3)Italia terza in Europa per Cyber crimine:”fortunatamente” l’Italia è sempre presente nelle classifiche “negative”, questa volta il “bel paese” ha conquistato il terzo posto nella classifica stilata da Symantec, classificandosi dietro Germania e Olanda per cyber crimine. Da oggi Roma, oltre a vantare opere di fama mondiale come il Colosseo e oltre ad essere la capitale dell’Italia, sarà anche la capitale delle bot, infatti questa è prima nel “Vecchio Continente” e quarta nel Mondo per numero di bot identificate. Un altro primato di cui vantarsi!

    2)Apple truffata in casa propria:in Cina alcuni clienti e addetti ai negozi sarebbero riusciti a sostituire parti non originali di iPhone contraffatti con hardware del tutto originale, accedendo ai programmi di sostituzione in garanzia. Ultimamente Apple e la Cina stanno avendo numerosi problemi, correlati da citazioni in tribunale e denunce. Per maggiori informazioni:http://www.clipperstore.it/blog/apple-truffata-in-casa-propria/

    1) Facebook Home è un pacco!:il progetto Facebook Home è già stato inserito nella classifica dei flop la scorsa settimana, ma col passare delle ore si è rivelato sempre più un insuccesso fino a diventare un vero e proprio “Pacco”. Innanzitutto Facebook Home è riservato a pochi utenti Android a causa della frammentazione del sistema operativo mobile, ma gli utenti a “stelle e strisce” hanno commentato in malo modo la nuova applicazione. La delusione ha preso il posto della curiosità e della contentezza iniziale.

    A ME MI PIACE

     

     

     

     

     

    La notizia che più mi è piaciuta è che a ispirare Google è Star Trek. Tutta l’intelligenza presente sull’astronave di Star Trek è una fonte di ispirazione per Google che dal “cummunicator” deriva l’idea dello smartphone, i dialoghi attraverso grandi schermi hanno ispirato le tecnologie di telepresenza, da Spock , che archiviava i dati con un dispositivo a forma rettangolare, deriva l’invenzione del floppy disk, gli schermi multitouch presenti sull’astronave sono stati un’anticipazione del touchscreen, l’equipaggio usa delle tavolette digitali cioè i precursori dei tablet, l’intero equipaggio usa un sistema di traduzioni simultanee a voce in altre lingue che ha permesso lo sviluppo di numerose applicazioni che usano lo stesso metodo, infine nel primo di Star Trek appare un orologio intelligente, sarà un’anticipazione dello SmartWatch?

    Curiosità

    Molte sono le cose che mi hanno incuriosito durante la settimana appena trascorsa ed è per questo che ho deciso di fare una classifica simile a quelle precedenti:

    3)Tim Cook è il gay più potente d’America:la rivista Out, espressione della comunità omosessuale, nell’anno in cui le nozze gay non sono più un sogno per molti, ha consegnato la medaglia d’oro a Tim Cook per il gay più potente d’America.

    2)I Coldplay a fumetti: i Coldplay hanno pubblicato all’interno dell’iBookstore Apple una miniserie costituita da 6 fumetti, ispirato al loro ultimo concept album Mylo Xyloto. Il primo numero è gratuito gli altri invece sono acquistabili al prezzo di 1,49 euro.

    1) I dipendenti Apple vanno a lavoro con la bicicletta:non è una novità il fatto che Apple tiene molto all’ambiente e per sensibilizzare, a questo problema, anche i suoi dipendenti, a offerto a questi la possibilità di noleggiare una bicicletta per recarsi sul posto di lavoro. Apple ha ordinato un lotto personalizzato di 420 bicicletta priva di loghi.

    HUMOR

    La settimana “uscente” è stata condita da molte risate, perciò ho deciso di stilare una classifica anche per quanto riguarda le cose che mi hanno fatto sorridere:

    3)iSteve il film parodia sulla vita di Steve Jobs:iSteve è il film che ripercorre tutte le tappe più importanti della vita del guru di Apple in chiave ironica. Il film è stato realizzato da Funny or Die con un budget decisamente al di sotto di quello necessario per realizzare un film di qualità.

    2)Un domino fatto di iPhone: per realizzare il domino in questione sono stati utilizzati 10.000 iPhone. Il domino è risultato lunghissimo e articolato, coinvolgendo più piani della stessa struttura.

    1)Tim Cook chiede a Steve Jobs idee innovative: Il CEO di Apple, si è recato sulla tomba di Steve Jobs per chiedergli idee innovative. Apple in questo periodo sta vivendo un momento difficile perché incapace di soddisfare “la fame” di novità dei suoi utenti, per questo motivo Tim Cook si è recato sulla tomba dell’ex timoniere di Apple. Naturalmente tutto ciò è una satira per schernire l’operato di Cupertino. Di seguito vi mostro l’immagine e le parole pronunciate in quel momento:

    Le parole pronunciate da Cook in quel momento, secondo The Opinion, sono le seguenti: diamine , mi hai lasciato senza istruzioni, ho bisogno di un prodotto innovativo, per il quale milioni di persone non ne possono fare a meno.Ora basta aiutami dammi una idea. Perchè mi torturi in questo modo?”

    La risposta è ancora ignota, ma chissà se Steve Jobs avrà illuminato la persona che ha preso il suo posto? Cosa dobbiamo aspettarci?

     

  • Siri arriva anche su Windows Phone 8

    Criticato, amato, sottovalutato, usato, desiderato, tutti aggettivi che si riferiscono ad unico software, Siri. Tutti i sistemi operativi mobili vorrebbero usufruire delle funzioni messe a disposizione dall'”assistente personale” e non a caso abbiamo visto diverse applicazioni portare una copia di Siri sui dispositivi Android, ma da poche ore circola in rete la notizia che “la bella donna che ti porta alla vittoria”, questo è ciò che significa Siri in norvegese, approderà anche su Windows Phone 8.

    L’applicazione si chiamerà TRISiri e avrà la stessa veste grafica e alcune delle funzioni di Siri. TRISiri sarà completamente in italiano ma guardando l’immagine sopra possiamo affermare che è una brutta copia dell’originale. Tuttavia l’applicazione è ancora in fase di beta testing ma le funzionalità già sono state svelate infatti l’applicazione ci consentirà di dialogare con il nostro dispositivo con lo scopo di ricevere informazioni. Sarà possibile chiedere informazioni di ogni genere, dalle cose più banali a quelle più serie come ad esempio il suo nome, l’orario, i punti di interesse, informazioni su personaggi più o meno famosi, scegliere i brani musicali da ascoltare, i video da guardare, dettare SMS o leggere Mail.

    L’applicazione porterà con se una novità, infatti avremo la possibilità di scegliere la voce del nostro assiste personale, il quale potrà avere o una “soave” voce femminile oppure una “profonda” voce maschile. L’applicazione è disponibile gratuitamente sullo Store Microsoft. L’unica cosa che ancora è sconosciuta è da dove prende le informazioni, ma sembra essere una copia valida e performante in grado di comprendere benissimo l’italiano

  • Apple e Google passano troppo tempo in tribunale

    Il tribunale è il luogo in cui viene amministrata la giustizia ed è proprio in quel posto che Apple e Google trascorrono gran parte del loro tempo. A questo proposito, Mr.Scola, un giudice della Corte distrettuale di Miami, lo stesso che sta seguendo da distanza ravvicinata la disputa tra la Mela e la Motorola, ha dichiarato che le battaglie legali, sparse per tutto il mondo, per i brevetti non sono fini a stesse, ma farebbero parte di un piano strategico.

    Leggendo alcune dichiarazioni lasciate dal giudice si capisce come Apple e Google grazie a queste “scaramucce” sono destinate a non spegnersi mai:”Le parti in causa non hanno alcun interesse a risolvere la disputa in modo rapido ed efficiente. Piuttosto, stanno usando queste e altre querelles nel mondo come strategia di business che appare senza fine. Questo è un uso illegale della Corte”.

    Proseguendo nella lettura della nota del  Mr.Scola apprendiamo che, proprio quest’ultimo, ha chiesto alle due aziende di eliminare i 12 brevetti che sono al centro della contesa e le 180 denunce. In pratica il giudice esorta le due aziende a rimediare alla confusione che hanno creato anche perché le due multinazionali avrebbero ostentato un atteggiamento poco consono, indisciplinato e “rissoso”.

    A tale “richiamo all’ordine” né Google né Apple hanno mostrato il minimo interesse.

  • Google Reader chiude i battenti – ecco alcune alternative “mobili”

     

     

    A  Mountain View è tempo di fare “le pulizie di Primavera” e questa volta a essere spazzato come la polvere è uno dei servizi più mati dai “cacciatori di notizie”, Google Reader. L’aggregatore di reed di notizie RSS chiuderà i battenti a partire dal primo Luglio 2013 e la motivazione di tale scelta è la carenza di visualizzazioni e il colosso californiano preferisce concentrarsi su prodotti più popolari e quindi remunerativi.

    Ecco allora alcune alternative molto interessanti disponibili per dispositivi mobili:

     

    Flipboard: è la nostra rivista personale formata da tutto ciò che e possibile reperire sul web scegliendo semplicemente gli argomenti che abbiamo intenzione di seguire. Forte è l’integrazione con i social media come Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn che permette agli utenti di sfogliare con facilità i propri giornali personalizzati. L’app è disponibile sia per iOS che per Android ed è completamente gratuita.

    Feedly: è quello che ha tratto più vantaggio dall’annuncio della chiusura di Google Reader infatti in poco tempo ha raggiunto 3 milioni di iscritti. Molto simile alla piattaforma lanciata da Google, grazie a Feedly è possibile impostare i feed RSS, conservare eventuali cartelle e archiviare gli articoli salvati. Il tutto è gratuito e reperibile sull’App Store , inoltre è compatibile con Android, Kindle e consultabile mediante i browser con estensioni e apps come Chrome, Firefox e Safari. http://www.feedly.com

    Pulse: ha la capacità di aggregare fonti selezionate in precedenza e organizzate per temi. Dispone di un motore di ricerca in grado di esplorare, da cima a fondo, Internet e eggiungere fedd RSS. Il risultato che ne deriva dall’addizione di tutti questi elementi è una bacheca personalizzata nei minimi dettagli e comprensiva anche di immagini. Sulla pagina in questi giorni è esposta un’esortazione ad importare tutti i dati da Google Reader. Pulse è compatibile sia con iOS che con Android e anche questa è un’app del tutto gratuita.

    Trapit: grazie a questa applicazione gli utenti accedono a “contenitori tematici” chiamati Trap. Il funzionamento è molto semplice perché una volta scelto un tema da approfondire bisogna attendere che la piattaforma raccolga tutte le informazioni relative al tema scelta sempre mediante fedd RSS. L’applicazione nasce da un progetto dello Stanford Research Institute che ha gettato le basi anche dello sviluppo dell’assistente personale di Apple, Siri. Trapit è disponibile solo su iOS e solo ed esclusivamente per iPad.

    Google Currents: è un giornale personalizzato che segnala, in tempo reale, gli aggiornamenti di quotidiani e megazine, inoltre è di facile e rapida consultazione, costantemente in aggiornamento, offre la possibilità di salvare le notizie tra i preferiti, offre un servizio di traduzione  e ci permette di seguire anche le discussioni sui nostri blog preferiti. Google Currents è disponibile sia per iOS che per Android gratuitamente.

    È davvero un peccato che un colosso come Google Reader dal primo Luglio non sarà più consultabile, è difficile trovare un sito capace di aggregare vari contenuti provenienti dal web in un unico “giornale online”. Per non parlare poi della funzione che offriva la possibilità di commentare esprimendo ogni sorta di pensiero, stimolando cosi il consumo dei contenuti online. Il Reader era considerato da molti un’esperienza fantastica, ma i vertici di Mountain View hanno deciso di far morire questa funzione.

    Sulla rete inoltre è presente un consiglio molto gettonato e cioè quello di farsi un backup dei propri Feed grazie a Google Takeout

     

     

  • Google Time: lo smartwatch di Google in arrivo

    Dopo Samsung, ci sono altri problemi per Apple nel campo degli smartwatch.

    Continue Reading

  • Apple e Google si aiutano dichiarando guerra alla distribuzione di materiale illegale

    Da svariati anni la pirateria si stà sempre diffondendo di più, a partire dalla musica scaricata illegalmente fino ad arrivare a programmi costosissimi, tutto coperto da copyright. Continue Reading

  • Mappe Apple vs Waze vs Google Maps

    In un test in California, il giornalista di Pc Magazine John C. Dvorake, non certo fan di Apple, ed altri hanno provato l’applicazione Mappe confrontoandola con Google Maps e Waze.

    Continue Reading